Home » Commenti agli articoli

Immagini del paese

Castello 24.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 6792372

Notizie del giorno

 
Commenti (1628)
S'aneddu
1628 Sabato 18 Agosto 2018 11:53
Tonino

Potrei avere gli accordi di questo brano? grazie


---


Ho provveduto a inviare copia dello spartito richiesto al suo indirizzo privato. (c.p.)

S'aneddu , Carlo Patatu
Ringraziamento
1627 Venerdì 17 Agosto 2018 17:16
Gavina Brozzu

Un grazie di cuore da parte di tutti noi e in modo speciale dalla moglie, per aver ricordato e onorato con questo articolo il nostro caro cugino Costantino. Un ringraziamento anche al suo carissimo amico Filippo che con tanto amore lo ha supportato.


---


Grazie di che?


Le parole che ho scritto mi sono sgorgate spontanee dal cuore non appena Filippo Ruiu mi ha comunicato, per telefono, che Costantino non ce l'aveva fatta ed era caduto nell'ultima delle tante battaglie che gli era toccato di combattere nel corso della sua esistenza. Che, nonostante tutto, è stata ricca di esperienze e di rapporti familiari e amicali molto intensi.


Mi resta il ricordo di un amico sincero, che diceva pane al pane e vino al vino. E che, nonostante i limiti impostigli dalla sua condizione di non vedente, non ha mancato mai di partecipare attivamente alla vita comunitaria, oltre che a quella familiare.


Io sono grato a voi e a Lucia, mentre rinnovo la mia partecipazione affettuosa al vostro lutto. (c.p.)

Un caro saluto
1626 Martedì 14 Agosto 2018 12:53
Carlo Riva
Un grande abbraccio a tutta la famiglia ed un pensiero a COSTANTINO, persona di grande valore e umanità , la tua allegria sarà sempre presente tra noi.
Precisazioni
1625 Giovedì 09 Agosto 2018 15:24
Gerardo Severino

Al di là dei meriti di ciascuno, desidero dare il mio apporto alla discussione, aggiungendo che:



  • le motivazioni delle intitolazioni non prevedono l'indicazione, sulle lapidi marmoree, dei luoghi di nascita degli Eroi, ma solo la motivazione della ricompensa;

  • il Comandante Generale del Corpo, nel suo discorso inaugurale ha evidenziato che Gavino era nato a Chiaramonti;

  • la Medaglia d'Oro al Merito Civile conferita al nostro eroico Gavino Tolis è stata firmata da me, ma è solo merito del Comando Generale del Corpo se la medesima è stata inoltrata al competente Ministero degli Interni per il successivo esame.


Aggiungo, infine, sempre per chiarezza, che in tutti i comunicati stampa diffusi per l'occasione (ripresi dalla stampa locale e da Internet) Chiaramonti è stata citata.


Saluti, Gerardo Severino


---


Grazie per i chiarimenti, caro Comandante e Concittadino.


Resta il fatto che il Sindaco del paese natio dell'Eroe cui è stata intitolata la caserma sassarese delle Fiamme Gialle, nella cerimonia è stato relegato in un angolo, probabilmente non degno di stare accanto al suo collega di Sassari, all'Arcivescovo, al generale Comandante e alla sua gentile signora.


Inoltre, se è vero che, nel suo discorso, il generale ha citato Chiaramonti, è altrettanto vero che gli organi di stampa, di cui ha diffuso i servizi il sito ufficiale della GdF turritana, non ne hanno fatto cenno. Insomma, io, compaesano di Gavino Tolis, mi sono sentito offeso. Probabilmente a torto o forse per eccesso di sensibilità.


Questo è quanto.


Ancora grazie e saluti cari.

Inaugurazione Caserma della Guardia di Finanza
1624 Martedì 07 Agosto 2018 18:00
Giovanna Tolis

Egr. Prof. Carlo Patatu,


quanto Lei ha scritto sul commento a proposito dell’inaugurazione della Caserma della Guardia di Finanza intitolata a mio zio Giovanni Gavino Tolis, mi mette tanta tristezza apprendere che Chiaramonti e i suoi cittadini con il Sindaco in testa non siano stati presi in considerazione.


Non capisco le motivazioni.


Personalmente quando sono stata invitata, circa 20 giorni prima dell’evento, con molto rammarico ho dovuto dire che non potevo andare per problemi famigliari. Certo se mi avessero avvisato in tempo mi sarei organizzata e sarei potuta andare.


Il giorno dell’inaugurazione ho sempre pensato a Sassari e cosa avrebbero detto di mio Zio Giovanni Eroe. Comunque, al di là dei comportamenti altrui siamo orgogliosi di avere un Eroe come parente con i Natali Chiaramontesi.


Un saluto a Lei e alla Sua famiglia.


Giovanna Tolis


---


Gentile Signora Giovanna Tolis,


grazie! Grazie soprattutto per avere chiarito che almeno di lei non si è scordato il cerimoniere della Guardia di Finanza che ha curato la regia dell'inaugurazione della nuova caserma sassarese.


Mi riesce difficile comprendere perché mai tanta faciloneria (il luogo di nascita di suo zio non figura nemmeno nella lapide marmorea affissa nell'atrio dell'edificio) da parte di un corpo che, solitamente, presta molta attenzione quando si tratta di organizzare manifestazioni pubbliche che prevedano una larga partecipazione di autorità di vario livello. Potrebbe essere stata la fretta... Sappiamo che la gatta frettolosa fa i gattini ciechi.


In ogni caso, com'è stato detto da più parti, le distrazioni della Guardia di Finanza, nel caso in argomento, nulla tolgono alla grandezza di Giovanni Gavino Tolis e ai suoi gesti generosi quanto disinteressati. Gesti che lo hanno portato alla morte orrenda che bene ci ha raccontato il maggiore Gerardo Severino, al quale noi chiaramontesi siamo molto grati per avere portato alla luce la storia intera del nostro giovane ed eroico compaesano.


La ringrazio dei saluti, che ricambio con viva cordialità. (c.p.)





Accordi
1623 Lunedì 06 Agosto 2018 18:20
Alessandra

Buonasera, potrei gentilmente chiedervi gli accordi di S’aneddu? Grazie


---


Ho provveduto a spedirle lo spartito al suo indirizzo privato.


Saluti cordiali. (c.p.)

S'aneddu , Carlo Patatu
Un po' di amarezza, ma...
1622 Giovedì 02 Agosto 2018 00:46
Simone Unali

Devo, ahimè, far presente che sulla targa marmorea collocata nell'atrio della nuova caserma non è stata inserita la data di nascita del finanziere Tolis, né tantomeno il luogo.


Restano, anche se con un po' di amarezza, che comunque prescindono, l'onore e l'orgoglio che tale intitolazione dovrebbe suscitare in noi chiaramontesi, poiché da oggi la sede dell'intero Comando Provinciale porta il nome di un nostro compaesano, che ha vissuto come noi la propria infanzia e giovinezza fra queste colline e che tanto lustro ha dato non solo a questa comunità ma all'Italia intera, che serviva; un esempio di valori universali, in difesa dei quali conobbe la morte.


Tutto ciò dovrebbe restare ben vivido nelle nostre menti. Cerimoniali a parte.


---


Giusto, Simone. La gaffe degli alti papaveri delle Fiamme Gialle nulla toglie alla grandezza del nostro Gavino Tolis e ai suoi gesti generosi. Tuttavia, come tu dici, resta in noi tanta amarezza. Che abbiamo il dovere di rendere pubblica. In suo nome e nel suo ricordo. (c.p.)

Spartito musicale o accordi o tablatura del Brano S’aneddu
1621 Mercoledì 01 Agosto 2018 17:13
Francesco99
Salve, volevo chiedervi se fosse possibile avere lo spartito o la tablatura o anche semplicemente gli accordi di questo brano, grazie.

---


Ho provveduto a inviarle lo spartito al suo indirizzo privato.


Saluti cordiali. (c.p.)

S'aneddu , Carlo Patatu
ricerca spartiti
1620 Mercoledì 01 Agosto 2018 16:34
rosalia gasparini
Buonasera. sono una cantante amatoriale che ha scoperto le canzoni sarde. Sto preparando un repertorio natalizio e avrei bisogno delle partiture dei brani "Notte de chelu" e "Naschid'est". Mi potete aiutare? Ringrazio anticipatamente. Cordiali saluti

---


Ho provveduto a inviarle gli spartiti richiesti al suo indirizzo privato. Saluti cordiali. (c.p.)

Contattaci , Vladimiro Patatu
accordi
1619 Mercoledì 01 Agosto 2018 13:53
giada
salve, non trovo gli accordi della canzone s'aneddu, potreste per favore inviarmeli? grazie mille in anticipo, a presto.

--


Le ho inviato lo spartito al suo indirizzo privato. Saluti cordiali. (c.p.)

S'aneddu , Carlo Patatu
Affondamento Neptunia
1618 Lunedì 30 Luglio 2018 17:44
Rappa Stefano
Mio padre Rappa Filippo, appuntato dei carabinieri reali, è stato dichiarato disperso. Anche lui si trovava sulla Neptunia. Qualcuno può darmi qualche notizia? Un particolare, pare che mio Papà si sia lanciato tra i primi essendo un provetto nuotatore. Grazie.
Congratulazioni
1617 Sabato 21 Luglio 2018 22:56
Elisa Minetto

Congratulazioni a Gianfranco. In bocca al lupo per tanti nuovi traguardi.


Un caro saluto, Elisa

Ad maiora, dottor Cappai , Carlo Patatu
Babilonia e il frutto del "peccato".
1616 Giovedì 12 Luglio 2018 21:16
c.coda

Al di là delle cronache del tempo, talvolta curiose (leggasi Babilonia), emerge lo stato umano, più che religioso. Lo strato sociale, quasi penoso, per buona parte delle famiglie, era abbastanza misero. L'abbandono, talvolta forzato, delle proprie virtù, da parte di quelle dieci/dodici fanciulle, denotava, in larga misura, la povertà assoluta e tutta a vantaggio, a piacimento, dei prinzipàles, che soddisfavano le proprie ”voglie”, dentro e fuori dal matrimonio.


Anche la Chiesa, che tanto si preoccupava di “catalogare”, “monitorare”, “condannare” queste situazioni, bollava colui/colei, che era nato fuori sacramento, come “spurius”. Negli atti battesimali questo aggettivo era ben evidenziato, così pure, nei registri comunali, l'acronimo -per la paternità- era N.N. (NESSUNO) anche se, geneticamente, era da tutti conosciuta. La stessa Chiesa, che pretendeva moralità, uguaglianza, denunciava lo stato di “irregolarità” chi intendeva avviarsi al sacerdozio. Ai figli illegittimi le porte del seminario era sbarrate (risanata, mi pare, negli anni '70 del novecento, ma con speciale dispensa).


Così pure le fanciulle incontravano opposizione -quasi un veto- della famiglia dell'innamorato. Non tenevano conto della discriminazione umana che, questi, si portavano appresso per tutta la loro esistenza: erano “ bùldos/bùrdos ” e tali rimanevano. Questi appellativi, ingiuriosi, riecheggiavano e riaffioravano nelle situazioni di difficoltà, di scontri verbali e fisici. Un attacco violento per annientare, per annullare la propria autostima, come se fosse un disonore da portarsi appresso. Diritti negati, una tara irrimediabile e frutto del “peccato”. Come la Chiesa lo circoscriveva.

Tradizioni
1615 Mercoledì 11 Luglio 2018 08:26
AlessandroSini

Quante belle tradizioni si perdono nel tempo.


---


Hai ragione, Alessandro. E, insieme alle belle tradizioni, quante persone care, quanti amici, quanti volti familiari scompaiono, col passare del tempo. Chi invecchia assiste a questi eventi e non può non rattristarsene. Ma il tempo, che è galantuomo, si porta via anche consuetudini e tradizioni che non hanno alcun titolo per essere mantenute e ricordate. E così le cose si riequilibrano.


Saluti. (c.p.)

PD Addio
1614 Lunedì 09 Luglio 2018 17:47
Bruno Puggioni

Carlo, ho deciso di non comprare più il Corriere della Sera che leggo per via di Massimo Franco, Antonio Polito etc..etc.. Preferisco leggere e sentire te.


Ciao Bruno.


---


La cosa, se vera, mi lusinga non poco. Anche se mi dispiace per il Corrierone. (c.p.)

PD: tutti a casa! , Carlo Patatu
Un cavallo chiaramontese oggi al palio di Siena
1613 Lunedì 02 Luglio 2018 05:55
Mario pinna
Ti scrivo per dirti che oggi al palio di Siena correrà un cavallo di Chiaramonti si chiama Renalzos e correrà con la contrada della Chiocciola il cavallo e della azienda Ruzzu.
Contattaci , Vladimiro Patatu
1939: festa di S. Giovanni.
1612 Venerdì 22 Giugno 2018 22:24
c coda

Riavvolgendo il nastro della microstoria paesana, una ricorrenza del passato per San Giovanni di 79 anni fa, ovvero 1939: l'Organismo del Dopolavoro (presieduto dal Fiduciario dott. Costantino Arru e i componenti Tore Rottigni, Giulio Falchi, Gigi e Nicolino Madau, Gavino Grixoni) quell'anno aveva “preso” il Comitato per i festeggiamenti.


Ricco il programma: luminarie, Messa cantata, processione e panegirico tenuto da un illustre personaggio della teologia e storia della Sardegna - monsignor Damiano Filia. Due le serate di gare poetiche, con i rinomati Salvatore Tucconi, Francesco Demartis e Sebastiano Budroni. Anche una gara ciclistica (Chiaramonti-Martis -percorso ripetuto per tre volte) che vide vittoriosi Giuseppe Lorenzoni, Mario Virdis, Nicolino Piras e Costantino Pedretti. Non bastava: anche la gara di tiro al piattello. Difàttis, dàe Nulvi, Piaghe, Uthièri e Osile unu saccu 'e zènte !

Grazie!
1611 Martedì 05 Giugno 2018 15:06
Giovanni Matteo Manchia

Vi ringrazio per l'interesse e gli elogi, spero di fare sempre del mio meglio per la mia famiglia e per il mio paese!


Grazie ancora!!


---


Grazie a te. Per noi è motivo di orgoglio apprendere che i nostri giovani non sono inetti e incapaci, come talvolta si vuole far credere. Tu hai contribuito a portare alto il nome del tuo paese, che è anche il mio.


Ad maiora! (c.p.)

Registrazione della gara di Roma tra Sotgiu e Seu
1610 Mercoledì 30 Maggio 2018 14:22
Porru
Salve vorrei sapere se qualcuno dei presenti avesse registrato tale gara a Roma e avesse conservato una copia.
Mio nonno non si è salvato
1609 Venerdì 11 Maggio 2018 22:59
Russello Alfonso
Mio nonno Alfonso Russello era su quella nave. Non abbiamo mai saputo nulla di lui. Mio padre rimasto orfano a sei anni, non si dà ancora pace. Ormai è difficile ma sarebbe molto bello se qualcuno avesse un minimo ricordo. Un saluto.