Home » Limba Sarda » Soro Giovanni » Bentu forte

Immagini del paese

Mulino a vento 3.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 10452568

Notizie del giorno

 
Bentu forte PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
Lunedì 27 Giugno 2022 19:17

di Giovanni Soro

 

Istanotte mi trìulas sas benas,

bentu forte chi ‘enis da-e ponente!

E… t’isculto cun su coro innotzente,

bisende dulches sas oras serenas.

 

Sas melodias cun sas manos pienas,

cuntentu giogulas a donzi zente…

prite como ti firmas de repente?

Prosighi forte, lèache sas penas!

 

Lassami inoghe solu a cuntemplare

su movimentu pasidu ‘e sa luna

da-e nues biancas carignada…

 

Cun daju lassami custa nottada

ca devo saludare calicuna

ch’isettat pro mi poder abbratzare.

 

 

Traduzione in lingua italiana a cura dell’autore

 

 

Vento

 

Stanotte mi scompigli le vene,

vento forte che soffi da ponente!

E… ti ascolto col cuore innocente,

sognando amabili le ore serene.

 

Le melodie, con mani piene,

contento, distribuisci a tutti…

Perché ti fermi d’improvviso?

Soffia più forte, porta via le pene!

 

Lasciami qui, solitario, a contemplare

il movimento placido della luna

accarezzata da nuvole bianche.

 

Con calma lasciami questa notte

perché devo salutare qualcuna

che m’attende per abbracciarmi.

 

 

Cfr. GIOVANNI SORO, Camineras,  ed. TAStipografiassociati, Sassari 2017, pagg. 79-80.

Ultimo aggiornamento Lunedì 27 Giugno 2022 19:52
 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):