Home » Archivio - Chiaramonti Notizie » Chiaramonti Al Caffè » Perché votare Renato Soru Presidente

Immagini del paese

IMG_2880.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 11344488

Notizie del giorno

 
Perché votare Renato Soru Presidente PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 22
ScarsoOttimo 
Scritto da Carlo Patatu   
Martedì 10 Febbraio 2009 15:18

Diciamolo subito e così facciamo chiarezza. Voteremo per la riconferma di Renato Soru a Presidente della Regione Sarda. Convinti e senza esitazioni. Ci pare di doverlo affermare, pubblicamente e senza indulgere a falsi pudori o a reticenze di comodo. In ossequio al rispetto per chi visita il nostro sito e ne legge le pagine che, insieme a collaboratori e lettori, riusciamo a mettere in linea.

 

Torniamo a Soru. Ha governato la Sardegna per quasi cinque anni. Le tensioni interne al PD, non l'opposizione messa in campo dalle destre, lo hanno costretto a dimettersi anzitempo. La sua azione di governo, occorre dirlo, non ha goduto di buona stampa, in Sardegna. La corazzata "Unione Sarda-Videolina" gli ha sparato addosso sempre e comunque. Senza tregua. Muovendogli critiche talvolta meritate, spesso ingenerose. "La Nuova Sardegna", invece, se n'è stata un po' a guardare. Non lo ha sostenuto. Né aveva il dovere di farlo, del resto.

È un fatto che Renato Soru, a torto o a ragione, ha inaugurato uno stile nuovo di governo. Che la partitocrazia tradizionale non ha digerito di buon grado. Abituati com'erano al rito antico dei lunghi vertici di maggioranza, non sono stati in pochi a criticarlo per certo decisionismo. Che, per costoro, sconfinava nell'arroganza. Ma è anche un fatto che globalizzazione e tecnologia obbligano chi governa a decisioni rapide, inconsuete per le oligarchie partitiche nostrane. Da qui i mal di pancia di chi reclamava in continuazione vertici e consultazioni. Anche per decidere sul nulla.

Perché ci auguriamo la riconferma di Soru alla presidenza della Regione Sardegna? In poco più di quattro anni, il Presidente ha portato a compimento, o comunque avviato:
  • Una efficace azione di risanamento del bilancio regionale.
  • La vertenza dei trasferimenti dovuti dallo Stato e che Roma ci ha scippato per molti anni.
  • La riduzione drastica del numero di enti e consorzi, accorpandoli e razionalizzandone l'azione a beneficio della spesa pubblica.
  • La cancellazione di parecchie comunità montane, la cui esistenza sapeva di ridicolo. Figuravano "montani" comuni come Olbia, La Maddalena, Arzachena, Santa Teresa di Gallura!...
  • Politiche nuove a favore della Scuola e dell'Università, col sostegno al tempo pieno nelle elementari e medie e l'istituzione degli assegni di studio per gli studenti universitari col progetto "Master & Back".
  • La continuità territoriale, con l'attivazione di nuovi collegamenti aerei (Torino, Bologna, Palermo, Verona, etc.) e l'estensione dei benefici anche ai nati in Sardegna, oltre che ai residenti.
  • La vertenza sulle servitù militari, divenute asfissianti e che, di fatto, continuano a vanificare le aspirazioni di sviluppo turistico, e non solo, di aree importanti dell'Isola.
  • Una politica incisiva per il rispetto dell'ambiente e dei patrimoni naturalistico e culturale della Sardegna.
  • L'approvazione del piano urbanistico regionale, che pone un freno alla cementificazione selvaggia dei nostri splendidi litorali.
  • La redazione del piano sanitario regionale.

 

La Regione Sarda è diventata "virtuosa"; e cioè figura fra quelle che hanno avviato con successo la razionalizzazione della spesa.

Questi, in sintesi, alcuni dei meriti che noi attribuiamo a Renato Soru. Che, pur con gli errori che ha commesso (c'è qualcuno che ne è immune?), è persona che ha un progetto in testa; ma anche la volontà di realizzarlo. Non è uomo che si accontenta di navigare a vista. O di restare a galla, come altri in passato.

È cosa nota, ma è bene ribadirlo: esiste la possibilità di esprimere il voto "disgiunto". Si può votare Soru come presidente e un qualsiasi altro partito dando la preferenza per il candidato preferito. Anche se non sostiene Soru.

Chi vuole saperne di più, clicca su uno dei link seguenti:

  • Sito personale di Renato Soru, dove è possibile seguire la sua campagna elettorale e leggere il suo programma (clicca qui)
  • Le Monde dedica una pagina a Renato Soru: Renato Soru, l'anti-Silvio Berlusconi (clicca qui)
  • Il Sardegna: Duello tv, Cappellacci dà fortait. Soru aspetta invano per due ore (clicca qui)
  • Famiglia Cristiana: Soru contro tutti (clicca qui)
  • La Nuova Sardegna: articolo sulle servitù militari (clicca qui)
  • Corriere della Sera: par condicio violata (clicca qui)
  • L'Unione Sarda: i sardi hanno capito il cambiamento (clicca qui)
  • L'Unione Sarda: assistenza a famiglie disagiate (clicca qui)
  • La Repubblica: Soru risponde agli attacchi di Berlusconi (clicca qui)
  • Corriere della Sera: commenti agli attacchi di Berlusconi (clicca qui)
  • La Nuova sardegna: La Sardegna non vuole regali (clicca qui)
  • Visti dall'estero: Renato Soru, speranza della sinistra e incubo di Berlusconi - Liberation (clicca qui -traduzione- e qui -originale)
  • L'Unione Sarda: Una Sardegna apripista nel campo dell'energia anticipa gli Stati Uniti (clicca qui)
  • La Nuova sardegna: Sardegna: un verde new deal (clicca qui)
  • Bloccati i finanziamenti per le opere collaterali del G8 (clicca qui -sito della Regione Sardegna- e qui -L'Unità)
  • Conflitto di interessi, La Regione Sardegna prima in Italia (clicca qui)
  • Piano sanitario regionale (clicca qui)
  • L'Espresso: Soru sfida il cavaliere sardo (clicca qui) 

 

Interviste su reti nazionali:

  • 7 Novembre 2008 - La7 - Le invasioni barbariche (clicca qui)
  • 7 Dicembre 2008 - Rai3 - Che tempo che fa  (clicca qui)
  • 17 Gennaio 2009 - La7 - Otto e Mezzo (clicca qui)
Ultimo aggiornamento Martedì 17 Febbraio 2009 18:36
 
Commenti (3)
L'assenza di CAPPELLACCI al dibattito con SORU.
3 Giovedì 12 Febbraio 2009 12:52
Ottavio SODDU
Vorrei sapere cosa pensano coloro che sono intenzionati a votare il Popolo delle Libertà del loro candidato presidente, teleguidato dal continente!!!! Cari saluti.


Ottavio SODDU

---

Non è facile "stanare" le persone. Specie in periodo elettorale. Certo conformismo ha portato i più a chiudersi in se stessi e a non lasciare trapelare nulla di ciò che si pensa, in materia di voto. Questa è l'Italia nostra! Comunque, non disperiamo. c.p.
Oggi 11 Febbraio Soru in TV
2 Mercoledì 11 Febbraio 2009 19:37
Ottavio Soddu
Trasmissione dibattito SORU – CAPPELLACCI su Sardegna1, alle ore 21 di oggi 11 Febbraio 2009. Conduce Carmine Conte.
Bravo Carlo
1 Mercoledì 11 Febbraio 2009 17:24
Mauro Tedde
Bravo Carlo. Sono d'accordo su tutto. Certe considerazioni le fanno in tanti ma non hanno il coraggio di esternarle. Per molti e a volte anche comprensibili motivi. Dette da te comunque queste cose hanno un sapore più fragrante ed un valore ancora più importante. Se ti stimavo molto ora ti stimo ancora di più.

---

Grazie! La stima è ricambiata. c.p.

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):