Home » Archivio - Chiaramonti Notizie » Comune » Il Sindaco, a domanda, non risponde

Immagini del paese

Castello 41.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 11343128

Notizie del giorno

 
Il Sindaco, a domanda, non risponde PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 17
ScarsoOttimo 
Scritto da Carlo Patatu   
Mercoledì 20 Agosto 2008 13:24

Si è tenuta, domenica pomeriggio, la preannunciata assemblea popolare indetta dalla locale sezione di Rifondazione Comunista e alla quale ha partecipato il sindaco Giancarlo Cossu. Per sopraggiunti impegni inderogabili, non abbiamo partecipato alla manifestazione. Ci dispiace, perché ci tenevamo a essere presenti. Tuttavia, confidando nella cortesia degli organizzatori, abbiamo inviato al segretario di sezione di quel partito la seguente lettera, con preghiera di darne lettura pubblicamente:

"Caro Segretario,
plaudo all’iniziativa di codesta Sezione, che ha voluto offrire alla Comunità, peraltro sonnacchiosa e un po’ distratta, momenti di dibattito su problemi di casa nostra. Registro anche con piacere che il nostro Sindaco abbia accettato di partecipare a codesta manifestazione, interrompendo così la ormai lunga lista di suoi predecessori che, per troppi anni, hanno evitato di confrontarsi con i chiaramontesi in un dibattito pubblico.

"Ebbene, devo pure esprimere il mio disappunto per non essere presente, come avrei dovuto e voluto. Ma non ho potuto sottrarmi al dovere di accompagnare al cimitero di Castelsardo una cara amica scomparsa ieri d’improvviso. E poiché mi sarebbe piaciuto dire pubblicamente un paio di cose al mio Sindaco, chiedo cortesemente a te di farlo in mia vece. Se lo vorrai, ovviamente. Poi mi farò parte diligente di chiederti di darmi conto delle sue risposte.

"Mi piacerebbe sapere perché mai l’Amministrazione comunale non abbia voluto coinvolgere la popolazione, quando si è trattato di accogliere la proposta di un’impresa avellinese circa l’impianto a Su Sassu di un parco eolico. Io, che non sono pregiudizialmente contrario al progetto, avrei gradito (e come me tanti chiaramontesi) poter sostenere il Consiglio comunale nel richiedere maggiori compensi da parte di chi, da quell’operazione, trarrà vantaggi notevoli per via dei consistenti capitali pubblici che ci verranno investiti. Avrei gradito chiedere perché mai, in analoghe circostanze, comuni pugliesi sono riusciti a spuntare ben altre percentuali dalle imprese interessate alla realizzazione di parchi eolici in quella regione.

Infine, poiché i destini della democrazia si giocano sull’informazione, perché il nostro Comune continua a spendere soldi per tenere in piedi un sito internet che non fornisce alcuna informazione a chi vi entra? Altri comuni (Sassari, Martis, tanto per fare qualche esempio) i rispettivi siti li modificano e li arricchiscono giorno per giorno, pubblicandoci deliberazioni, ordinanze, statuti, regolamenti e quant’altro ogni cittadino responsabile è tenuto a conoscere. Perché loro si e noi no?

"Mi fermo qui. Come vedi, caro segretario, mi sono limitato a due cosette (a Ferragosto non si può andare oltre...). Due questioncelle, direbbe Totò, che è possibile affrontare e risolvere senza spesa. Ma che comportano un po' di buona volontà e tanta (lo riconosco), tanta disponibilità a confrontarsi con gli altri. Pubblicamente.

"Grazie a te, al Sindaco e ai tuoi ospiti per avere consentito questa mia intrusione. Auguri per le attività future che tu e i tuoi compagni vorrete e saprete portare avanti a beneficio della nostra Comunità.
Chiaramonti, 17 Agosto 2008".
Carlo Patatu

Il segretario Giovanni Unali ha letto pubblicamente il messaggio e lo ringraziamo. Il sindaco Giancarlo Cossu, così ci è stato riferito, ha fatto spallucce e, riferendosi alla prima questione (parco eolico), ha detto che noi avremmo dimenticato quanto, al riguardo, sarebbe accaduto in paese nel 2001!... Confessiamo di non ricordarlo proprio. Se qualcuno volesse rinfrescarci la memoria gliene saremmo grati.

Per quanto attiene alla seconda questione da noi propostagli (il sito internet del Comune privo di notizie e di dati), lo stesso Sindaco si sarebbe limitato ad affermare che non se ne sente il bisogno, dal momento che basta il nostro (www.patatu.it) per informare la popolazione. Se questa è una risposta... Se, invece, vuole essere una battuta, ebbene, non fa nemmeno ridere. (c.p.)

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 26 Luglio 2010 14:51
 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):