Home » Istituzioni » Il Comune » Luigi Pinna eletto sindaco di Chiaramonti

Immagini del paese

Immagine 015.jpg

Statistiche

Tot. visite contenuti : 11099742

Notizie del giorno

 
Luigi Pinna eletto sindaco di Chiaramonti PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 
Martedì 30 Maggio 2023 12:53

di Carlo Patatu

Luigi Pinna, 28 anni, laurea in economia e vice sindaco uscente, governerà il Comune di Chiaramonti nei prossimi cinque anni. Questo il risultato scaturito dalla consultazione elettorale del 28 e 29 Maggio scorsi.

Dei 1.330 elettori aventi diritto, ne sono andati a votare 920, facendo registrare un’affluenza pari al 69,20% e superando ampiamente la soglia del 40% prevista dalla legge quando si è in presenza di una sola lista di candidati. Pertanto, il nuovo consiglio comunale sarà composto dai dodici consiglieri più il sindaco candidatisi con Progetto Chiaramonti, che ha riportato 879 voti (tra parentesi i voti di preferenza):

Pinna dott. Luigi - sindaco, nato nel 1994, cui vanno attribuiti gli 879 voti di lista.

Accorrà Giulia nata nel 1985 (65)

Brunu Eugenio nato nel 1981 (114)

Busellu Antonio nato nel 1955 (88)

Castia dott.ssa Claudia nata nel 1987 (77)

Gallu Edoardo nato nel 1999 (51)

Muroni Paolo Stefano nato nel 2004 (32)

Ruiu Matteo nato nel 2000 (45)

Sassu Marco nato nel 1975 (55)

Scanu Stefania Giusta nata nel 1988 (41)

Soddu Laura nata nel 2001 (44)

Unali Alessandro nato nel 1964 (119)

Ziccheddu Francesca nata nel 1972 (79).

A breve, conosceremo i nomi di coloro che il Sindaco chiamerà a far parte della giunta municipale.

Qualche curiosità.

Con i suoi 28 anni di età, Luigi Pinna è il sindaco più giovane fra quelli che si sono alternati a Palazzo nel nostro Comune. Laureatosi nell’Università di Sassari, lavora come funzionario alle dipendenze del Comune di Sorso. Nessun altro, prima di lui, si era candidato a sindaco dopo avere ricoperto la carica di vice nel quinquennio precedente.

Il diciannovenne Paolo Stefano Muroni è il più giovane componente, non solo del nuovo consiglio comunale, ma fra tutti i consiglieri eletti dal dopoguerra in poi. Spero di non sbagliarmi.

Si parte per una nuova avventura. Con tante belle promesse contenute nel ricco e articolato programma elettorale. Ma i programmi, diceva maliziosamente Fanfani, sono sogni nel cassetto e come tali occorre prenderli. D’altra parte, dei sogni non si può fare a meno. Le utopie, ancorché platealmente irrealizzabili, devono far parte del bagaglio ideale che sostiene l’azione quotidiana di chi amministra la cosa pubblica e deve farsi carico del bene comune.

Anche quest’amministrazione, come altre che l’hanno preceduta, avrà da patire l’handicap derivante dalla mancanza di un’opposizione , che in genere contribuisce a tenere compatta la maggioranza. Tuttavia Luigi Pinna, che si è espresso con parole di grande considerazione nei confronti dei consiglieri eletti, potrà disporre della forza e dell’entusiasmo di un bel gruppo di giovani. Che, se opportunamente valorizzati e sapientemente coinvolti nell’azione amministrativa, potrebbero sorprenderci.

Di cose da fare ce ne sono sempre tante. Buon lavoro, dunque!

 

Ultimo aggiornamento Martedì 30 Maggio 2023 13:41
 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):