Home » Carlo e Tonina » I nostri viaggi » Due settimane straordinarie in Sicilia

Immagini del paese

Chiesa parrocchiale.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 6896011

Notizie del giorno

 
Due settimane straordinarie in Sicilia PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 9
ScarsoOttimo 
Martedì 22 Maggio 2018 17:24

Giovanni e Carla, cari nipoti, hanno fatto la prima Comunione – Giovanni si è classificato primo al concorso pianistico di Centuripe

di Carlo Patatu

Siamo stati, Tonina e io, per un paio di settimane a Catania, ospiti felici di nostro figlio Wladimiro con Stefania, dei cari nipoti Giovanni e Carla. Siamo appena rientrati a casa.

La data della nostra trasferta non era stata scelta a caso, ma con l’occhio attento a due appuntamenti, importanti per noi e per loro: la prima Comunione di entrambi i nipoti (12 Maggio) e la partecipazione di Giovanni, a un concorso per solisti di pianoforte, promosso dall’associazione musicale Ethos di Centuripe (20 Maggio).

La cerimonia della prima Comunione ha visto riuniti a Catania, in casa Patatu-Ficara, una larga schiera di parenti e amici convenuti a festeggiare Giovanni e Carla con tanti brindisi intorno a una tavolata riccamente imbandita di piatti sardi e siculi. Tutti prelibati e gettonati abbondantemente.

Domenica scorsa siamo andati a Centuripe (EN), un paesotto di cinquemila abitanti abbarbicato in modo curioso su una collina brulla, raggiungibile dopo un’infinita serie di tornanti. Viuzze e gradinate un po’ dappertutto mettono a dura prova chi ci deve circolare. Sia a piedi che in macchina. Un po’ come la nostra Castelsardo, è anch’essa una sorta di rocca inespugnabile. Con la differenza che Centuripe, invece che il mare, domina la vasta e fertile vallata del Simeto.

Un centro ricco di storia, dove restano tracce importanti del passaggio di cartaginesi, greci, romani, normanni e financo dell’esercito alleato nell’ultima guerra mondiale. Tracce che il Comune ha sapientemente raccolto in una bella struttura museale, che accoglie i visitatori gratuitamente e li affida a guide cortesi, disponibili ed entusiaste del compito che svolgono.

L’appuntamento era per le dieci meno un quarto presso il salone della Scuola Media Statale del luogo. Noi, che abbiamo avuto qualche difficoltà nel girovagare per le viuzze del centro storico, fra divieti di accesso, sensi unici e divieti di sosta disseminati un po’ ovunque, siamo arrivati a destinazione con appena cinque minuti di anticipo. Col fiato in gola.

Giovanni, che era in testa all’elenco dei concorrenti, non ha avuto nemmeno il tempo di fiatare. Catapultato davanti alla tastiera di un pianoforte a coda, ha fatto di necessità virtù e, tirato un respiro profondo per tacitare un po’ l’emotività, ha dato il via all’esecuzione dei suoi tre pezzi in programma. Che ha svolto con molto impegno e altrettanta bravura. Soprattutto interpretando il Valzer in La Minore di Chopin. Una meraviglia! Giovanni (11 anni) e Carla (9 anni) frequentano il primo anno al Conservatorio Musicale di Catania, sezione pianoforte.

Risultato finale: si è classificato primo della sezione A0 (ragazzi fino a 12 anni) col punteggio di 98/100. Applausi del pubblico e complimenti della commissione. Ma pure tanta apprensione, che ha pervaso i genitori, la sorella e, manco a dirlo, pure i nonni.

Purtroppo, un inconveniente di carattere tecnico m’impedisce di pubblicare le foto della prima Comunione. Ma va bene lo stesso.

 

Ultimo aggiornamento Martedì 22 Maggio 2018 18:30
 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):