Home » Eventi » Buon compleanno, "Croce Azzurra"!

Immagini del paese

castello10.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 11124416

Notizie del giorno

 
Buon compleanno, "Croce Azzurra"! PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 36
ScarsoOttimo 
Scritto da Carlo Patatu   
Sabato 11 Dicembre 2010 21:53

La “Croce Azzurra” ha un quarto di secolo di vita. Un’età rispettabile per un sodalizio che, avendo avuto un’infanzia molto travagliata, sembrava non trovare spazio per la speranza di sopravvivere. E invece ce l’ha fatta. Doppiata la boa dei 25 anni, l’associazione di pubblica assistenza è entrata nella stagione della maturità ancora viva e vitale. Pur se problemi e difficoltà continuano a permanere.

Ieri sera (Sabato), a farle festa, si sono stretti attorno al nuovo direttivo, presieduto da Giovannino Schintu, l’Amministrazione comunale, la Parrocchia, il consigliere provinciale Alessandro Unali, le consorelle di Ploaghe (Croce Gialla), Perfugas (Avis Perfugas), Ossi (Croce Azzurra) e le altre associazioni locali: Coro Tzaramonte, Gruppo XXL, Sard Rock Cafè, Sos Apostulos, Compagnia Barracellare, Coro Femminile, Pro Loco, gruppo folk Santu Matteu, gli sportivi del tennis e del calcio. Oltre a una corposa rappresentanza di volontari, soci e cittadini comuni.

Dopo la messa celebrata a San Matteo, il sindaco Giancarlo Cossu ha ospitato tutti nella sala consiliare. Qui ha salutato i direttivi uscente e subentrante, non mancando di formulare gli auguri di buon lavoro ai nuovi eletti. Ha pure consegnato al neo presidente una targa ricordo. Quindi Giovannino Brunu, che ha retto la “Croce Azzurra” nell’ultimo triennio, ha salutato e ringraziato i propri collaboratori e i volontari. Ma ha pure evidenziato le difficoltà nelle quali è costretta a operare l’associazione, stante la carenza cronica di volontari.

Giovannino Schintu ha presentato il nuovo direttivo del sodalizio, composto da Bastianino Soddu vice presidente, Cristina Murgia segretaria, Marilena Solinas, Silvana Brunu, Marco Pischedda, Lucio Dettori e Massimo Sarobba. Quindi ha tracciato il programma di quello che sarà, in linea di massima, il percorso futuro dell’associazione. La quale continuerà a operare all’insegna della continuità; ma puntando soprattutto a raccogliere maggiori consensi fra i giovani volontari.

Sono seguiti gli interventi del parroco don Virgilio Businco, del socio fondatore Carlo Patatu, dei presidenti delle società di pubblica assistenza presenti: il ploaghese Giommaria Liperi, il perfughese Giovanni Demarcus e l’ossese Salvatore Piredda. Infine il presidente del coro Tzaramonte Vanni Manchia e l’assessore ai servizi sociali Marina Manghina.

La serata si è conclusa con un rinfresco, offerto ai presenti dalla “Croce Azzurra”.

 

Ultimo aggiornamento Domenica 12 Dicembre 2010 14:13
 
Commenti (2)
Solidarietà
2 Mercoledì 15 Dicembre 2010 02:05
peri52

L'immagine fotografica. Può parlare da sola "io ero presente col cuore e con la mente". Ma non basta. Si può contribuire anche economicamente? Io sono disposto a contribuire con 5,00 euro al mese per 10 anni "così campo sicuro per altri 10 anni" per l'impegno preso. Fra 10 anni si vedrà, se prendo la pensione, e continuo a lavorare fino a 70 anni, come dice Berlusconi, potrei anche aumentare il mio contributo. Non e importante che l'ambulanza venga usata, IMPORTANTE CHE CI SIA.


Salvatore inviato speciale Famiglia Patatu saluta tutti i volenterosi con un sorriso.

auguri
1 Martedì 14 Dicembre 2010 12:06
Franco Sechi
Non potendo presenziare alla festa per i 25 anni della Croce Azzurra, volevo "da qua" ringraziare tutti i volontari che riescono a mantenerla viva ed efficiente, sono felice di sapermi sotto la vostra protezione.... A chent'annos cun saludu

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):