Home » Eventi » Sandro Unali lascia la presidenza della Pro Loco

Immagini del paese

via delle balle2.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 11344402

Notizie del giorno

 
Sandro Unali lascia la presidenza della Pro Loco PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 72
ScarsoOttimo 
Scritto da Carlo Patatu   
Sabato 06 Novembre 2010 15:54

Prima del tempo e dopo sei anni di gestione densi di attività e successi

Alessandro Unali lascia prima del tempo la presidenza della Pro Loco. Incarico che sei anni fa il consiglio gli aveva conferito con voto unanime. E che poi gli aveva rinnovato nel 2008 per il quadriennio successivo.

La recente elezione a consigliere provinciale e gli impegni che ne sono conseguiti (presiede una commissione allo Sciuti) gli hanno imposto di “lasciare”.

“Ma continuerò a essere un socio attivo – dice -, pronto a porre la mia esperienza al servizio di chi mi sostituirà. Se ciò sarà ritenuto utile”. A breve, infatti, il direttivo si riunirà per eleggere un nuovo presidente. Scelta non facile, ovviamente; ma che gli amministratori della Pro Loco dovranno affrontare, per ridare un capo all’associazione per un altro biennio. E cioè fino alla scadenza naturale del mandato.

Ricordiamo che la presidenza di Sandro Unali è stata connotata dalla sua dinamicità, da tanta fantasia a dall’originalità di talune iniziative intraprese e portate a termine. Ma soprattutto a Sandro va riconosciuto il merito di essere riuscito a “fare squadra”. Il che non è facile in un paese come il nostro, sempre connotato da egoismi e particolarismi. Ebbene, oggi la Pro Loco è in grado di far fronte a qualunque programma le venga proposto di attuare. Dispone di un meccanismo bene oliato, di esperienza e di personale volontario adatto alla bisogna.

Fra le cose portate avanti dalla presidenza Unali, mi piace ricordare in primis la “Sagra della ricotta”, “invenzione” del direttivo che lo aveva preceduto. Ma accanto a questa sagra, che tanto successo ha riscosso e continua a riscuotere, sono da segnalare la “Sagra dell’agnello”, l’organizzazione delle sfilate del Carnevale e le favate pantagrueliche. La “festa dell’anziano”, l’”Estate chiaramontese” e il supporto fornito a tante altre iniziative, promosse dalle associazioni locali o dal Comune. Mi scuso per ciò che ho sicuramente dimenticato.

Il gruppo folk “Santu Matheu” ha fatto molta strada, nel corso degli anni, sempre affiancato e sostenuto dalla Pro Loco. In paese e fuori. Anche in occasione delle trasferte nella Penisola, in Thailandia, in Svizzera e in Belgio. La Pro Loco ha pure favorito la valorizzazione degli artisti locali (cantadores, cantautori, poeti e scrittori, artigiani e scultori), fornendo supporto e assistenza sempre preziosi.

Ma l’iniziativa di certo più eclatante, sul piano del coinvolgimento territoriale, riguarda “Ajò in Anglona”. Una novità da ascrivere tutta alla fantasia fertile e alla caparbietà di Sandro Unali. Che ha saputo “fare squadra” anche con le altre associazioni consorelle anglonesi e della Bassa Valle del Coghinas. Impresa non da poco. Con la conseguente pubblicazione di opuscoli illustrativi della singole realtà locali, uno dei quali dedicato interamente a Chiaramonti. E che non sarebbe male ripubblicare.

“Di tutto ciò – dice ancora Unali – sono grato ai miei collaboratori e alla cittadinanza in generale. Oltre che alle associazioni locali, al Comune e alla Provincia. Senza il loro supporto, la Pro Loco non avrebbe fatto molta strada”.

Grazie, Sandro! E auguri per ciò che ancora intenderai fare. Per te e per noi.

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 08 Novembre 2010 19:36
 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):